Libertà individuale e società civile

Richard Ebeling

La nostra società statalizzata ci riporta parzialmente alla libertà degli Antichi di cui parlava Benjamin Constant.

Più si espande il mondo politico, più diminuiscono le relazioni private e le attività della società civile. In altri termini siamo in parte tornati alla libertà degli Antichi di cui parlava Constant. Nel mondo politicizzato «libertà» è scegliere tra vari dirigenti politici. Una volta compiuta quella scelta, l'individuo torna a essere un suddito, subordinato all'arbitrio degli eletti e ai più potenti gruppi di interesse che influenzano coloro che prendono le decisioni. Procedendo sulla via dello statalismo compiamo un viaggio che ci porta verso un mondo obsoleto. All'ideale della libertà individuale sostituiamo l'antico ideale della tirannia collettiva.


Leggere il rapporto:
Libertà individuale e società civile
(4 pagine, PDF)

Febbraio 2016

liberale-kultur category logo