Events Archive 2016

  • Dal 2 al 30 novembre 2016

    Seminario universitario di discussione liberale

    Lugano, USI

    Organizzato ogni semestre dall'Istituto Liberale, il seminario di discussione liberale all'Università della Svizzera italiana ha l'obiettivo e l'ambizione d'affrontare questioni fondamentali dal punto di vista politico, economico, storico e filosofico attraverso la lettura e la discussione degli scritti di alcuni tra gli autori più importanti della tradizione di pensiero liberale.

    Collegato al corso «Comunità politica e comunicazione tra modernità occidentale e tradizione islamica» del prof. Carlo Lottieri, il seminario si rivolge in particolare ai giovani (studenti ma non solo) del cantone che hanno il desiderio d'approfondire, o anche solo di scoprire per la prima volta, i valori e le idee che animano il liberalismo.

    Nel corso del semestre d'autunno 2016, i partecipanti saranno invitati a leggere i principali scritti di Frédéric Bastiat, testi che saranno poi discussi approfonditamente in occasione di una serie di incontri che si succederanno con frequenza settimanale a partire dal 2 novembre 2016. Ogni incontro sarà animato da professori e docenti dell'Università della Svizzera italiana e di altre università, tra cui anche alcuni membri del comitato dell'Istituto.

    La partecipazione è gratuita e non è necessaria un'iscrizione.

    Il seminario ha luogo ogni mercoledì dal 2 al 30 novembre 2016 nell'aula A 14 dell'USI.


    Programma del semestre d'autunno

    Modernità, tradizione occidentale e libertà: Leggere Frédéric Bastiat


    Mercoledì 2 novembre, 18:00-20:00

    Paolo Pamini (ETH di Zurigo)

    Ciò che si vede e ciò che non si vede (3-54)


    Mercoledì 9 novembre, 18:00-20:00

    Markus Krienke (Istituto di Filosofia)

    Proprietà e legge, Giustizia e fraternità (55-104)


    Mercoledì 16 novembre, 18:00-20:00

    Carlo Lottieri (USI)

    La legge (105-154)


    Mercoledì 23 novembre, 18:00-20:00

    Luigi Marco Bassani (Istituto di Filosofia)

    Lo Stato, Spoliazione e legge (155-182)


    Mercoledì 30 novembre, 18:00-20:00

    Massimiliano Vatiero (USI)

    Guerra alle cattedre di economia, Capitale e rendita, Maledetto denaro (183-253)


    (I riferimenti di pagina sono presi dall'edizione Rubbettino delle opere di Bastiat, Ciò che si vede e ciò che non si vede, e altri saggi, curata da Nicola Iannello).

    Saremo lieti di darvi il benvenuto al seminario liberale!

  • mercoledì 19 ottobre 2016

    Conferenza annuale e premiazione del concorso di saggistica

    Lugano

    Università della Svizzera Italiana, Aula Magna, Via Giuseppe Buffi 13
    accoglienza dalle 18.00, inizio ore 18.30

    Gli Stati Uniti, «repubblica sorella» della Svizzera, si trovano in un momento chiave della loro storia, a poche settimane dalla fine di una campagna elettorale che tutto il mondo sta seguendo con passione. Rimarranno fedeli a quella tradizione liberale così importante nella loro storia e che tanto ne ha favorito il successo economico e civile? O si sta rafforzando, in America, un crescente consenso intorno al dirigismo e allo Stato sociale?

    Introduzione del Prof. Carlo Lottieri, presidente del Comitato dell'Istituto Liberale

    Conferenza del Prof. Luigi Marco Bassani, dell'Istituto di Filosofia di Lugano
    «La tradizione liberale americana e gli Stati Uniti del terzo millennio»

    Dopo la conferenza l'Istituto Liberale premierà i vincitori del concorso di saggistica, organizzato in collaborazione con il Corriere del Ticino e aperto a tutti gli studenti italofoni di età inferiore ai 30 anni delle università e delle scuole superiori svizzere. I saggi si sono ispirati alla seguente frase di Benjamin Constant: «Imposte eccessive conducono alla negazione della giustizia».

    Premiazione dei vincitori del concorso da parte del Dr. Paolo Pamini, vicepresidente del Comitato dell'Istituto Liberale

    Standing dinner

    Iscrizione necessaria - modulo d'iscrizione

  • venerdì-domenica 27-29 maggio 2016

    Conferenza European Students For Liberty sui microstati

    La Canea, Creta

    The existence of several successful microstates within Europe has given credence to the notion that small countries with limited governments work. Microstates are well situated to protect the fundamental rights of citizens and provide a better regulatory environment for entrepreneurs. In the wake of economic turmoil on the European continent, now is the opportune moment to explore the significant advantages microstates can bring for securing free and competitive societies, much like the Greek city states did in previous centuries.

    Informazioni e iscrizioni:
    ESFL Microstate Conference

  • giovedì 28 aprile 2016

    Inaugurazione dell'Istituto Liberale, sede della Svizzera italiana

    Lugano

    Hotel Dante Center, Piazza Cioccaro 5
    Accoglienza dalle 18.00, inizio ore 18.30

    L'Istituto Liberale, dopo quasi 40 anni d'attività oltre Gottardo, si appresta ad estendere il suo campo d'azione alla Svizzera italiana con un'organizzazione ad hoc e molteplici sinergie. Fondazione riconosciuta di utilità pubblica, l'Istituto Liberale è un think tank con un'anima confederata e un respiro internazionale che persegue una missione culturale nella sua accezione più ampia. Oltre a promuovere la responsabilità individuale, il decentramento politico e la libertà economica, l'Istituto vuole contribuire a mantenere viva la tradizione intellettuale del liberalismo e a trasmetterla alle giovani generazioni. Tutte le persone interessate alla promozione dei valori della libertà sono cordialmente invitate a partecipare alla serata d'inaugurazione che avrà luogo il 28 aprile.


    Programma dell'inaugurazione

    Introduzione del Dr. Paolo Pamini, vicepresidente del Comitato dell'Istituto

    Saluto del Dir. Pierre Bessard, delegato del Consiglio di fondazione dell'Istituto

    Breve conferenza "Il liberalismo e la Svizzera" del Prof. Carlo Lottieri, presidente del Comitato dell'Istituto


  • giovedì - sabato 14-16 aprile 2016

    Congresso Wilhelm Röpke -
    uno sguardo liberale sulle crisi economiche e culturali in Europa

    Ginevra

    Maison de la Paix, chemin Eugène-Rigot 2

    Dal 14 al 16 aprile 2016 si terrà a Ginevra un congresso internazionale sugli insegnamenti e l'importanza di Wilhelm Röpke in occasione del cinquantesimo della sua morte. Il congresso si articola in un simposio scientifico di due giorni seguito da una conferenza riservata ad un pubblico più largo. Il congresso avrà luogo nella Maison de la Paix del Graduate Institute (nel passato Institut Universitaire de Hautes Études Internationales), istituto dove Röpke insegnò fino alla sua morte, nel 1966, come professore di relazioni internazionali e dove scrisse le sue opere principali Die Gesellschaftskrisis der Gegenwart, Civitas humana e Internationale Ordnung.

    Wilhelm Röpke (1899-1966) è uno degli economisti liberali più importanti del secolo scorso e uno dei membri fondatori, con Ludwig von Mises e Friedrich Hayek, della Mont Pelerin Society. È inoltre conosciuto per l'influenza duratura che ha esercitato sulla politica economica liberale della Germania del dopo-guerra. Röpke ha partecipato regolarmente al dibattito pubblico in Svizzera con delle contribuzioni pubblicate nel quotidiano liberale svizzero romando Gazette de Lausanne, nella Neue Zürcher Zeitung e nel mensile Schweizer Monatshefte.

    Le prime pubblicazioni di Röpke portarono sui cicli congiunturali. Si aggiunsero in seguito delle opere di filosofia sociale dalla grande importanza, opere in cui espresse tutta la sua inquietudine riguardo la possibilità di un'autodistruzione della civilizzazione occidentale moderna. Questa deviazione tematica lo spinse ad approfondire i legami tra economia e politica. In particolare, Röpke criticava l'intervenzionismo, il protezionismo, lo stato sociale e la centralizzazione politica in quanto derive autoritarie della democrazia. Secondo lui, tutti questi sviluppi rappresentano delle minacce per la libertà personale.

    Riguardo l'attualità, le opere di Röpke sollevano numerose domande pertinenti e urgenti che saranno discusse in occasione del congresso. Quali sono le condizioni alla base delle crisi finanziarie? Queste crisi sono legate a delle crisi morali? In cosa consiste una "economia sociale di mercato"? Quali sono le fondamenta necessarie a delle relazioni internazionali di successo? Quali caratteristiche deve avere un ordine internazionale stabile?

    Oratori principali:

    Hernando de Soto, economista, Institute for Liberty and Democracy, Lima, Perù, ex studente all'Institut Universitaire de Hautes Études Internationales

    Richard Ebeling, BB&T Distinguished Professor of Ethics and Free Enterprise Leadership, School of Business, The Citadel, États-Unis, ex direttore della Foundation for Economic Education

    Alain Laurent, filosofo e sociologo, direttore della collezione «Bibliothèque classique de la liberté» delle edizioni Les Belles Lettres

    Alan Kahan, professore all'università di Versailles St-Quentin-en-Yvelines, autore di Mind vs. Money: The War Between Intellectuals and Capitalism

    Invito e programma completo (francese, 4 pagine, PDF)

    Oratori e conferenza pubblica (francese, 2 pagine, PDF)

  • venerdì-domenica 11-13 marzo 2016

    European Students For Liberty Conference

    Praga

    L'occasione ideale per incontrare studenti e giovani professionisti favorevoli alla libertà in un contesto propizio al dibattito di idee. La conferenza punta ad offrire un'esperienza d'immersione attiva, nuovi metodi d'apprendimento e delle applicazioni pratiche grazie alla presenza d'esperti di diversi settori. Essa riunisce degli oratori di alto livello sull'imprenditorialità, le libertà civili e l'economia provenienti sia dal mondo accademico sia da quello degli affari e dalla società civile.

    Informazioni e iscrizioni:
    2016 European Students For Liberty Conference